corona per funerale

Il potere emozionale dei fiori

Il potere emozionale dei fiori

Sempre più persone scoprono il valore dei fiori nella quotidianità della propria vita. C’è chi, grazie ad un buon fiostista, ama predisporre bouquet fioriti nello spazio lavorativo. Questo gesto è ad esempiodiffuso nei centri olistici, fra psicologhe e centri benessere.

Esprimere l’indicibile con i fiori

Ancora, c’è ci decide di investire in fiori per il regalo da fare a un’amica. Stupisce, forse, sapere che non tutte le consegne di fiori avvengono per conto di innamorati, ma anche tra colleghe, conoscenti e amiche di lunga data. Perché sembra che i fiori siano destinati ad abitare sempre più angoli della giornata e della vita delle persone? Il motivo è semplice. I fiori hanno il magico potere di emozionare.

Un fiore è trasmissivo di affetto, amore, vicinanza e non è mai solo un ramo o un gambo in un vaso. Fin dai riti pagani i fiori hanno accompagnato le persone nell’espressione dell’amore verso la comunità oppure verso la divinità adorata. Perché l’aspetto magico del fiore è dato dalla capacità di palesare una relazione con ciò che è invisibile, la parte emotiva della persona che si connette al valore della religione, al sentimento di un credo che può essere quello per la divinità come anche orientato alla fratellanza.

I fiori sanno esprimere ciò che non si vede, ma che – proprio come il loro profumo – si può solo annusare nell’aria. Si tratta di tutti quei sentimenti di amore, fedeltà, reciprocità che non riescono ad essere detti, tra le persone, attraverso semplici oggetti. Per parlare di emozioni occorre andare nel terreno dell’impossibile, là dove risiede la poesia o il fiore, due strumenti che sanno comunicare l’indicibile.

Non è un caso che, anche per i riti funebri, in ogni tradizione è presente il fiore. Basta pensare a quando amore sa esprimere una delicata corona per funerale.