Un mito chiamato Harley Davidson 883

Un mito chiamato Harley Davidson 883

La leggenda in assoluto in ambiente a due ruote è senza dubbio la Harley Davidson 883. Un vero e proprio mito tanto è vero che il modello Sportster, ha ispirato i più grandi cantanti quali Jovanotti e Max Pezzali (quest’ultimo ha fondato il gruppo 883 proprio per omaggiare questa moto). La Harley Davidson 883 è dunque una vera e propria icona del motociclismo e nonostante gli anni trascorsi e i piccoli accorgimenti e modifiche subite, continua ad essere la moto più riconoscibile e certamente più famosa tra molte altre.

Il modello che ormai ha più di 30 anni non ha subito negli sostanziali modifiche; gli unici cambiamenti che l’hanno coinvolta hanno riguardato degli interventi tecnici, in modo che la moto rimanesse aggiornata ai parametri di inquinamento attualmente in vigore, e ne è stata migliorata la ciclistica oltre che l’estetica. L’impianto frenante è stato reso più efficiente grazie all’aumento del diametro dei dischi e all’utilizzo di nuovi pistoni in alluminio sia anteriormente che posteriormente. Harley 883 è sinonimo di monoposto, e difatti questa moto è stata concepita e omologata per una singola persona. Ciò nonostante, basta provare la seduta per rendersi conto che in quanto a comfort il gioco vale la candela.

Ogni piccolo elemento di questa moto diventa una tavolozza bianca su cui dare libero sfogo ad un design unico ed esclusivo, ma mai eccessivo o volgare. In questa settore le Harley Davidson 883 sono da sempre una leggenda e ancora oggi la Sportster dopo tanti anni viene prodotta nelle varianti con  883 e 1.202 centimetri cubici di cilindrata. Il fascino della Sportster risiede nel suo aspetto muscoloso, nel look essenziale e minimalista che la fa quasi sembrare una special: non è certamente una moto per passare inosservati, ma è piuttosto improbabile che la discrezione sia ciò che ricerca il suo cliente-tipo.